Provincia di Pisa
Portale ufficiale del Turismo della Provincia di Pisa
  • www.pisaunicaterra.it
  • www.pisaunicaterra.it
  • www.pisaunicaterra.it

Pisa

Torre PendenteLa città di Pisa racchiude tesori di inestimabile valore che ne fanno una delle più importanti città d’arte italiane. Il fulcro della sua pregiata offerta artistica e architettonica è la Piazza dei Miracoli, da cui si innalza la celebre Torre Pendente.

Il candore marmoreo dei monumenti, che sembrano sorgere dal tappeto erboso dalla piazza, offre ai visitatori uno spettacolo unico nel suo genere. L’armonia delle loggette, che rendono così leggiadra l’imponente struttura della Torre Pendente, si ripete nel vicino Duomo e nel più distante Battistero, creando un continuum stilistico e visuale di rara bellezza.

Completano l’offerta artistica della piazza il Museo delle Sinopie, all’interno del quale sono custoditi i disegni preparatori degli affreschi del Camposanto monumentale, e il Museo dell’Opera, ricca collezione di sculture, pitture e reliquiari antichi.

Antica Repubblica Marinara, Pisa offre molto di più della celeberrima Torre e merita una permanenza di qualche giorno che permetta di apprezzarne tutte le bellezze.

Le insenature dell’Arno, attorno a cui la città è nata e cresciuta, rendono suggestiva la vista dei Lungarni e dei maestosi palazzi di epoca granducale, delle chiese in stile romanico e gotico e delle fortificazioni medievali e rinascimentali che si affacciano su di essi e che si possono ben ammirare dai cinque ponti che attraversano l’Arno. Del fascino dei Lungarni hanno scritto tra gli altri autori come Byron, Shelley, Montesquieu, Leopardi, Carducci, D’Annunzio e Foscolo.

Lungarni con Chiesa della SpinaI Lungarni sono particolarmente spettacolari di notte, grazie alle luci dei lampioni e degli edifici che si riflettono nelle acque del fiume. Durante la Notte di San Ranieri, il 16 giugno, i profili dei palazzi e dei ponti si adornano di mille luci per festeggiare il patrono della città: è la magica atmosfera della Luminara.

I Lungarni sono anche lo scenario del Gioco del Ponte, celebre rievocazione storica in cui, al termine di un lungo corteo in costume, le due fazioni cittadine di Tramontana e Mezzogiorno si sfidano in una prova di forza, cercando di spingere nel campo avverso un pesante carrello su binari.

Conclude la festa patronale, all’interno degli eventi del Giugno Pisano, la Regata di San Ranieri, retaggio della prestigiosa tradizione di Pisa Repubblica Marinara. Una tradizione a cui fa riferimento anche la più recente istituzione (1956) della Regata delle Antiche Repubbliche Marinare.

Palazzo dei CavalieriA pochi minuti dalla Torre si apre invece la rinascimentale Piazza dei Cavalieri, emblema della dominazione Medicea sulla città. Voluta da Cosimo I per celebrare l’Ordine dei Cavalieri di Santo Stefano e progettata dal Vasari, racchiude i più importanti palazzi e chiese della Pisa granducale, primo fra tutti il Palazzo dei Cavalieri (detto anche della Carovana) con la sua maestosa facciata.

Nei quartieri del centro storico si dirama un fitto tessuto di vicoli, in cui si ritrova l’identità della Pisa medievale. La strada di Borgo Stretto univa i due ponti che consentivano il passaggio sui corsi d’acqua Auser (oggi Serchio) a nord, ed Arno, a sud della città. Qui troviamo la Chiesa di San Michele in Borgo, esempio del ricco patrimonio di edifici religiosi pisani, che presenta una curiosità sulla sua bella facciata: scritte che inneggiano ai candidati alla carica di Rettore dell'Università nei primi anni del Seicento.

 

Video: Benvenuti a Pisa